B&B Alchimia Napoletana

Napulè – Our City

Posti da visitare - Places to visit

Spaccanapoli

Spaccanapoli è la strada che va dai Quartieri Spagnoli al quartiere di Forcella, tagliando in linea retta la città di Napoli. Il nome si comprende salendo sopra San Martino e osservando dall’alto come questa strada tagli in due il cuore della città.

Spaccanapoli is the road that goes from the Quartieri Spagnoli to the district of Forcella, cutting the city of Naples in a straight line. The name is included climbing up above San Martino and observing from above how this road cuts the heart of the city in two.

Cristo Velato Cappella di San Severo

Il Cristo velato è una delle opere più affascinanti e misteriose che si possono vedere a Napoli. Si racconta che il velo di marmo sul corpo del Cristo, sia in realtà un velo in tessuto, trasformato in roccia grazie ad uno speciale liquido inventato dal sinistro Principe di San Severo, illustre alchimista.

The Veiled Christ is one of the most fascinating and mysterious works that can be seen in Naples. It is said that the veil of marble on the body of Christ, is actually a veil in fabric, transformed into rock thanks to a special liquid invented by the sinister Prince of San Severo, an illustrious alchemist.

Museo Archeologico

Prima scuola di equitazione poi sede dell’Università, il Museo Archeologico di Napoli venne inaugurato nel 1816 e ad oggi è uno dei più importanti nel mondo per la qualità e la quantità delle opere che custodisce.

First riding school and then the University, the Archaeological Museum of Naples was inaugurated in 1816 and today is one of the most important in the world for the quality and quantity of the works it contains.

Piazza del Plebisicito

Se c’è un luogo simbolo di Napoli, questa è Piazza del Plebiscito. Nel corso dei secoli si è trasformata da semplice largo di campagna a luogo di raccolta dei napoletani: qui si svolgevano i tornei medievali e le “cuccagne” dei Borbone per tenere buono il popolo.

If there is a symbolic place in Naples, this is Piazza del Plebiscito. Over the centuries it has been transformed from a simple country road to a gathering place for the Neapolitans: here were held the medieval tournaments and the "cuccagne" of the Bourbons to keep the people good.

Palazzo Reale di Napoli

Il Palazzo Reale fu costruito alla fine del 1500 quando la notizia della possibile visita del Re Filippo III a Napoli creò una certa agitazione. La capitale del Vice regno, infatti, non aveva luoghi per ospitare l’uomo più potente del mondo.

Royal Palace was built in the late 1500s when the news of the possible visit of King Philip III to Naples created a certain agitation. In fact, the capital of the Vice reign had no place to host the most powerful man in the world.

Napoli Sotterranea & Galleria Borbonica

Per secoli, dal profondo ventre di Napoli, è stato ricavato il tufo per costruire la città di sopra. La città di sotto, quindi, nasconde un fitto intrigo di anfratti, grotte e cunicoli che raccontano una storia parallela alla vita della Napoli in superficie.

For centuries, from the deep womb of Naples, the tuff was built to build the city above. The city below, then, hides a dense intrigue of ravines, caves and tunnels that tell a story parallel to the life of Naples on the surface.

Museo di Capodimonte

Nel 1738 Carlo di Borbone decise di trasformare il suo casino di caccia nel bosco di “Capo di monte” in una Reggia – Museo dove ospitare la Collezione Farnese ricevuta da sua madre. In effetti, ancora oggi, passeggiando per le ampie sale del palazzo sembra che la famiglia borbonica sia uscita di casa un attimo prima del nostro ingresso.

In 1738 Charles of Bourbon decided to turn his hunting lodge into the woods of "Capo di monte" in a Royal Palace - Museum where to host the Farnese Collection received from his mother. .
In fact, even today, walking through the large rooms of the building it seems that the Bourbon family left the house a moment before we entered.

Il duomo di Napoli

Lungo l’ottocentesca via Duomo compare maestosa la facciata del Duomo di Napoli, luogo deputato principalmente al culto di San Gennaro. Ricco di cappelle di potenti famiglie napoletane, il Duomo è abbellito dai dipinti di Luca Giordano che raffigurano gli Apostoli, i Padri e i Dottori della Chiesa.

Along the nineteenth-century via Duomo, the façade of the Cathedral of Naples appears majestically, a place mainly dedicated to the cult of San Gennaro. Rich in chapels of powerful Neapolitan families, the Duomo is embellished by the paintings of Luca Giordano depicting the Apostles, the Fathers and the Doctors of the Church.

Tesoro di San Gennaro

Il Tesoro di San Gennaro si trova nel Museo dedicato al Santo, all’interno del Duomo di Napoli, e raccoglie reliquie e oggetti preziosi, diventati oracoli di fede. Il Tesoro comprende anche statue, candelabri e argenti vari, che i devoti hanno gelosamente protetto durante i numerosi saccheggi della città.

The Treasure of San Gennaro is located in the Museum dedicated to the Saint, inside the Cathedral of Naples, and collects relics and precious objects, become oracles of faith. The Treasury also includes statues, chandeliers and various silver, which the devotees jealously protected during the numerous looting of the city.

Il Maschio Angioino

Il Castel Nuovo, conosciuto con il nome di Maschio Angioino è un’imponente fortezza con cinque torri, ad ognuna delle quali è assegnato un nome.Tra le cose da vedere e di particolare bellezza è l’Arco Trionfale che collega la Torre di Mezzo e la Torre di Guardia, realizzato in marmo con ricche decorazioni, rilievi e sculture.

The Castel Nuovo, known under the name of Maschio Angioino is an imposing fortress with five towers, each of which is assigned a name. Among the things to see and of particular beauty is the Triumphal Arch that connects the Torre di Mezzo and the Watch Tower, made of marble with rich decorations, reliefs and sculptures.

Teatro San Carlo

il Teatro San Carlo, uno dei più famosi e prestigiosi teatri al mondo.
Come scriveva Stendhal “Non c’è nulla in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la pallida idea. Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita”, e visitandolo, condividerete di certo le parole dello scrittore francese.
Il più antico teatro d’opera in Europa ancora attivo è, infatti, un trionfo di oro dall’acustica perfetta.

Teatro San Carlo, one of the most famous and prestigious theaters in the world.
As Stendhal wrote "There is nothing in all of Europe, which I do not say comes close to this theater, but gives it a pale idea. The eyes are dazzled, the soul kidnapped ", and visiting it, you will certainly share the words of the French writer.
The oldest opera house in Europe still active is, in fact, a triumph of gold with perfect acoustics.

Castel dell'Ovo

Castel dell’Ovo. Costruito su un isolotto, è uno dei castelli più antichi di Napoli e prende il nome dalla leggenda che vuole che Virgilio abbia posto nei suoi sotterranei un uovo la cui rottura poteva causare una serie di sciagure per la città.
Dalle terrazze del Castello si gode una magnifica vista sull’intero golfo, mentre alle spalle si può ammirare l’intera città.

Castel dell'Ovo. Built on an islet, it is one of the oldest castles in Naples and takes its name from the legend that Virgil has placed an egg in its basement, the breaking of which could cause a series of disasters for the city.
From the terraces of the Castle you can enjoy a magnificent view of the entire gulf, while behind you can admire the entire city ...